Il bollettino anno 3 numero 4 ottobre 2020

Dopo 11 Risottate, appuntamento ormai tradizionale dell’autunno, quest’anno, con grande tristezza, abbiamo dovuto rinunciare alla festa che vedeva radunati tanti amici di tutte le età, dai nonni ai nipoti…e siamo convinti di aver fatto bene a non organizzarla, troppo il rischio.

Ovviamente le casse dell’Opera San Giobbe ne hanno risentito, dato che la Risottata era il momento forte del finanziamento: siamo certi che gli amici non ci dimenticheranno.

Torniamo al nostro tradizionale bollettino, che vuole dare un’idea, per quanto possibile, dell’impegno che, dopo 74 anni, l’Opera San Giobbe continua a sostenere, facendo vivere con noi e con le nostre Visitatrici ed i nostri Visitatori i contatti con le persone a cui cerchiamo di dare una mano.
Gli assistiti sono sempre circa una trentina, anche perché, pur risolvendo alcuni casi, altri subito si presentano. Sembrano pochi: teniamo però presente che l’Opera Pia San Paolo ha numeri di pochissimo superiori, ed ha dietro una banca… Ricordiamo che, naturalmente, i nomi sono di fantasia; in rosso segnaliamo i problemi più urgenti o gli aspetti dove potete darci una mano.

Severino

Molti problemi sono stati risolti, tanto che lo ritenevamo un caso chiuso. In realtà è tornato a trovarci, perché attualmente ha un lavoro part-time a Torino, ma lavora davvero poche ore e guadagna troppo poco.
Sta quindi cercando un lavoro che gli permetta di arrivare con tranquillità a fine mese.

Teresio

Si accontenta di poco, Teresio. Già antiquario, ora sbarca il lunario vendendo piccoli oggetti di antiquariato, rinfilando collane e fabbricando piccoli gioielli di fantasia, davvero molto carini: fateci un pensiero anche per Natale, farete una bella figura dando una mano ad una persona che ne ha bisogno!!

Ugo

Anche Ugo si è nuovamente rivolto alla San Giobbe. Ricordate: abituato a vivere con larghezza di mezzi in una grande casa, perso il lavoro, con una figlia con gravi problemi di salute, ha trovato una sistemazione vicino a Torino. Lavorando ora come consulente, in questo periodo ovviamente non ha fatturato.

Haydn

Musicista, viveva suonando saltuariamente in varie orchestre e dando lezioni. Ora è tutto fermo. Ha un alloggio molto grande dove stava con i genitori e sta cercando un piccolissimo appartamento in centro, vicino al Conservatorio. Sta vendendo i mobili di casa sua e in particolare vorrebbe vendere un pianoforte a coda

Tristano

Vive fuori Torino e solo il consumo della benzina gli riduce moltissimo i pochi proventi che riesce a mettere insieme. Cercherebbe una sistemazione a Torino con prezzi molto contenuti.

Marcello

Con il fratello avevano una piccola impresa edile, che è fallita. Cercano ogni genere di lavoro, essendo ottimi muratori. Questa situazione ancora non è stata risolta.

Renzo e Lucia

Una coppia con il marito gravemente ammalato in seguito ad un’operazione chirurgica, costringe la moglie, ottima pasticcera, a non lavorare per assisterlo. La San Giobbe provvede alle spese del riscaldamento.

Dante e Beatrice

Dante ha ripreso il lavoro, ma rimangono molti debiti. Beatrice, di bella presenza e di buona cultura, cerca ore come segretaria, house keeper, ecc.

Abbiamo anche diversi casi risolti e qui ve ne presentiamo un paio

Isabella

È un caso risolto. Si è sistemata in un alloggio più piccolo e ha ottenuto il Reddito di Cittadinanza grazie ai nostri consigli. È un esempio di come funzioni il Reddito di Cittadinanza: certamente per lei utilissimo, ma, pur essendo di buona cultura, non è mai stata contattata per un eventuale lavoro.

Rachele
Con tre figli, abbondonata dal marito, con il suo stipendio non riusciva a far fronte alle spese. Ora, grazie all’aiuto di un nostro Esperto, è riuscita ad affittare il locale che ha dalle parti di via Stradella.

 

I nostri assistiti sono sempre alla ricerca di lavori come impiegati, segretarie, fattorini e traslochi, dame di compagnia, autisti, ma anche per lavori domestici, ecc.