Giornalino finale 2016

Cari Amici,
l’ottava edizione della nostra ormai più che tradizionale RISOTTATA – un vero appuntamento dell’anno – ha battuto ogni record: abbiamo
contato più di 500 partecipanti di cui almeno 50 bambini, tre cani e…..un coniglio! (vero, Cristina?).
Degna occasione per festeggiare i 70 anni della San Giobbe! Gli Alpini hanno confermato la loro abilità nel cuocere 27 chili di riso condito con gorgonzola e pere o con rosmarino e limone, il ricco buffet organizzato dalle nostre Patronesse ha sopportato egregiamente l’assalto di tante persone che sembravano morte di fame…Il tutto annaffiato da 35 litri di vino bianco e 45 di vino rosso.
I Bambini erano felici della lotteria loro riservata, che prevedeva un premio per tutti…ma anche i Grandi hanno avuto dei premi davvero belli!
Insomma, una bella giornata allietata ancora una volta da un tempo splendido, all’insegna del ricordarsi di chi una volta stava bene economicamente e che adesso è in grossa difficoltà. Questo è infatti lo scopo che da più di 70 anni anima il nostro sodalizio e che, nella risottata della prima domenica di ottobre, ha l’occasione di farsi conoscere ed apprezzare da così tanti amici. Lo ammettiamo: ogni anno ci stupiamo di come si riesca, noi volontari della San Giobbe, non certo esperti di catering, a soddisfare così tante persone. E ogni anno, oltre alla raccolta degli indispensabili fondi per aiutare le famiglie assistite, abbiamo sempre più bisogno di giovani per la movimentazione dei tavoli, l’accoglienza, le lotterie… Nelle “tappe di avvicinamento” al castello di Pralormo, a Carmagnola, il pullman, capitanato da Giorgio Ferrino, è stato accolto da Nicola Ghietti che ha raccontato di
Casa Cavassa, dai conti Luda di Cortemiglia che hanno aperto la loro casa a più di cento “risottanti”, dalla Sinagoga che ha affascinato con la sua bellezza. Intanto Paolo Scarzella e Alessandro Roccavilla guidavano come sempre gli sportivi nella passeggiata intorno al Lago della Spina. Preziosi i suggerimenti dei padroni di casa, Filippo e Consolata Beraudo di Pralormo, sempre presenti e sempre pronti a dare una mano, ” a cui rinnoviamo il nostro più sentito ringraziamento. La S. Messa, celebrata da don Damiano Cavallaro, è stata solennizzata da “Il Coro del Gruppo Giovani UCID di Torino” diretto dal maestro Mattia De Pretis, con Flavia Pruiti, violino, e Marco Ferretti, sax tenore.

Grazie dunque a voi tutti e grazie agli sponsor che hanno arricchito
di premi la lotteria:
– Ferrero SpA – Alba
– Ferrino SpA – Torino
– Roba di Kappa BasicNet
– Bolaffi Collezionismo dal 1890
– Lavazza SpA
– L’acquaforte di Cecilia Chieli
– Centro noleggio Battistoni
– Pro Loco di Pralormo
– Silvio Magliano per i volumi del Comune di Torino
– Consolata di Pralormo per i trattori della New Holland
– Annibale Avogadro di Collobiano, Gustavo di Gropello e Luigi Rossi di Montelera per il vino
– Azienda Agricola “Castello“di Edoardo ed Elena Boggio Sella per i sacchi di riso.
– Moi di Margherita Gualco per gli orecchini floreali
– Ricshaw di Marco Maganza per le borse da signora
– Vizzino per i vasi di carciofini
– Toc per le confezioni di fruttini